Coriolis Chronicles #1

Nuovo appuntamento fisso dedicato a Coriolis, Il Terzo Orizzonte. Ecco cosa stiamo preparando per voi e cosa sta succedendo fra le foreste della Scandinavia. Imbarcatevi con noi per questo viaggio che ci condurrà all’esplorazione di Coriolis fino alla meta del Kickstarter ITA questo Settembre. (Come sempre, i termini qui usati potrebbero differire da quelli finali).

La Zenith annunciò l’alba di una nuova era… e l’Orizzonte tornò a fiorire. Tre dozzine di sistemi stellari, uniti dal fato e dalla volontà delle Icone, viaggiavano insieme verso un più radioso futuro. Ma, quando giunsero gli Emissari, i giorni felici volsero al termine, e lentamente la Tenebra fra le Stelle riprese la sua strisciante avanzata.

Il Regno delle Icone – Una Panoramica Storica del Terzo Orizzonte,
Kaldana Mourir

Cosa ci attende

Si staglia di fronte a voi l’intero Terzo Orizzonte: un vasto agglomerato di sistemi stellari che comprendono esotici pianeti, stazioni spaziali e strani artefatti. Sta a voi esplorare questa parte dell’universo e portare i suoi segreti alla luce.

Il Terzo Orizzonte consiste in 36 sistemi stellari collegati nello spazio e nel tempo da portali mistici. L’Orizzonte in cui oggi viviamo è un crogiolo di diverse culture, popoli e fazioni.

Centinaia e centinaia di anni fa, due colossali navi coloniali partirono dalla Terra. I loro nomi erano Zenith e Nadir e la loro destinazione era la stella Aldebaran. Gli uomini dell’equipaggio vissero e morirono a bordo delle navi, durante secoli di viaggio spaziale. Una delle navi, la Nadir, andò perduta fra le tenebre dello spazio durante il tragitto, senza lasciare alcuna traccia. La Zenith continuò, da sola, e, dopo aver attraversato il vuoto che pareva infinito, giunse a destinazione. Ma gli uomini che avevano vissuto le loro vite a bordo scoprirono di non essere stati i primi ad arrivare nel Terzo Orizzonte. Quel che si trovarono dinnanzi era la loro destinazione, certo, ma adesso era un agglomerato di sistemi stellari collegati da antichi portali già colonizzato. E i coloni erano per lo più umani… cosa era accaduto?

Ironicamente, molto tempo dopo la partenza della Zenith, la Terra aveva scoperto uno di questi portali e, attraverso di esso, una scorciatoia per ciò che era divenuto il Terzo Orizzonte.

Quando l’umanità aveva scoperto la traccia di una cultura tecnologicamente avanzata era ormai impossibile contattare la Zenith. Questa civiltà che aveva costruito i portali fu chiamata i Costruttori. I portali diedero all’umanità un mezzo per attraversare il cosmo e diedero inizio ad una nuova età dell’oro. I vascelli coloniali cercarono stelle lontane, stabilendo il Primo e il Secondo Orizzonte. Infine fu raggiunto il Terzo Orizzonte ed esso divenne un’oasi per i radicali e i liberi pensatori provenienti dai primi due orizzonti. Altri mondi simili alla Terra vennero scoperti e colonizzati e vennero eretti enormi palazzi e templi: la civiltà si espanse quindi nel Terzo Orizzonte.

Ma il Primo Orizzonte volle reclamare i sistemi che si erano liberati. Le neonate potenze separatiste, guidate dall’Ordine dei Paria, si opposero, e scoppiò la guerra. Il massacro durò per parecchi anni, e terminò quando le flotte stellari del Terzo Orizzonte sbaragliarono alla fine gli sgherri del Primo Orizzonte – una fazione chiamata il Sacrificio di Nazareem – e chiusero tutti i portali per gli altri orizzonti. La terribile guerra si lasciò dietro i rimasugli di armate un tempo grandi, crepe nella struttura dello spaziotempo e città, anche interi pianeti, arsi e distrutti.

La Zenith varcò lo spazio di Terzo Orizzonte, in un momento di pace relativa dopo quel devastante conflitto. La gigantesca arca trovò la sua destinazione originaria già colonizzata dai signori e degli emiri di Dabaran. Dopo aver viaggiato per l’Orizzonte sconvolto dalle conseguenze della guerra, la Zenith designò il sistema centrale dell’agglomerato, Kua, come sua nuova patria. Tuttavia l’equipaggio si divise ben presto a causa di un ammutinamento. La famiglia del capitano fuggì dalla nave e si stabilì sulla superficie del sottostante pianeta Kua. I coloni rimasti riciclarono i materiali della loro nave, ricostruendola nella grande stazione spaziale Coriolis, e decretarono una nuova era nel Terzo Orizzonte: un’epoca di commerci, di rinascimento e di pace.

Ma proprio quando il Terzo Orizzonte ha iniziato a rifiorire e l’armonia è appena tornata nel concilio delle fazioni, la tranquillità faticosamente raggiunta è stata improvvisamente infranta. Dalle profondità del gigante gassoso Xene sono emersi gli Emissari senza volto. Sono spettri di un altro mondo, Icone o Costruttori di Portali? Ci sono molte teorie sulle loro origini. Gli Emissari hanno richiesto un seggio nel Concilio… e lo abbiamo concesso. Uno degli Emissari proclama di essere un’incarnazione dell’Icona della Giudice, al che l’Ordine dei Paria lo ha bollato come un blasfemo sacrilego, e ha chiuso il suo sistema a tutte le tratte. Una nuova era di ombre e sospetti si è palesata e tutti i popoli di Orizzonte si chiedono: quali sono i veri scopi degli Emissari?

Oggi, nell’Orizzonte scoppiano nuovi conflitti e ne riemergono di vecchi. Gli intrighi intorno alle fazioni si infittiscono e questioni che di norma si risolvevano con una firma o una stretta di mano si decidono sul campo di battaglia. Le rivolte di Precursori contro le fazioni zenithiane, in particolare il Consorzio, esplodono ovunque. Le fazioni si combattono l’un l’altra in guerre per procura, delegate a forze ribelli, mercenari, corsari e a dispute sui diritti di transito.

In tutto questo caos, un nuovo fenomeno è giunto a illuminare l’Orizzonte: alcuni danno improvvisamente segno di avere dei poteri che si diceva fossero riservati solamente alle Icone. Riescono a prevedere il futuro, a vedere a mondi interi di distanza e persino a evocare il fuoco dal nulla. Questi nuovi mistici sono un elemento pericoloso per il resto della popolazione, non avendo ancora il pieno controllo dei loro poteri.

Cos’è la forza di Coriolis?

La forza di Coriolis in fisica è una forza apparente osservata nei sistemi non inerziali in rotazione, che agisce sui corpi in moto rispetto al sistema di riferimento non inerziale e che ha l’effetto apparente di far deviare i corpi da una traiettoria rettilinea.

Per esempio, osserviamo la Terra. La rotazione terrestre produce una forza apparente, la forza di Coriolis, che agisce solo sui corpi in movimento. Infatti, a causa della sua esistenza, ogni corpo sulla superficie terrestre che si muove dai poli all’equatore subisce una deviazione rispetto alla sua direzione iniziale. Se si muove nell’emisfero boreale, sia dall’equatore verso il polo nord che viceversa, esso subirà una deviazione verso destra; se si muove nell’emisfero australe, sia dall’equatore verso il polo sud che viceversa, subirà una deviazione verso sinistra. Tale deviazione di può spiegare considerando che la velocità di rotazione lineare alle diverse latitudini non è costante. Per cui, salendo verso i poli dall’equatore, un corpo si imbatterà in punti aventi una velocità di rotazione sempre minore. Per inerzia il corpo tenderà a mantenere la sua velocità iniziale, ma risulta in anticipo rispetto ai punti della superficie che incontra e subirà una deviazione verso est. Quando si muove invece dai poli verso l’equatore risulterà in ritardo e subirà una deviazione verso ovest. L’effetto Coriolis ha notevole influenza sulla direzione della circolazione atmosferica e sulle correnti oceaniche.

In una stazione spaziale che ruota per simulare la gravità interna, specialmente andando su e giù per i corridoi radiali, si è soggetti alla forza di Coriolis. Se vi muovete in verticale nella stazione farete un tipo di moto che procede contro la “gravità artificiale” della stazione spaziale. In ogni punto, visto nel sistema di riferimento del mondo esterno, anche chi è all’interno della stazione sta infatti ruotando attorno all’asse della stazione. Quando siete più vicini al baricentro, il punto di rotazione, sareste spinti verso la parete, e questa è la manifestazione della forza di Coriolis.

In Coriolis: il Terzo Orizzonte, la stazione spaziale costruita dall’equipaggio della Zenith, si trova nel sistema Kua. La stazione prende il nome di Coriolis e orbita attorno alle verdi giungle del pianeta Kua.

Quando gli Zenithiani fondarono Coriolis, invitarono tutte le grandi potenze del Terzo Orizzonte a incontrarsi nella stazione spaziale e a stabilire un concilio per la pace e il commercio. Gli invitati divennero noti come fazioni e il Concilio una forza che spingeva alla pace e alla compravendita, sebbene alcuni conflitti rimasero irrisolti.

Novità in Inglese da Fria Ligan: 

Da poco terminato il ricco kickstarter per il nuovissimo gioco da tavolo di Fria Ligan. Chi non ha mai desiderato essere un re?

Coriolis ©2018 Fria Ligan. Fria Ligan, ed i loghi associati sono marchi registrati di Fria Ligan. Tutti i personaggi di Fria Ligan e relativi nomi, storie, tratti distintivi e caratteristiche, sono trademarks di Fria Ligan. Coriolis edizione Italiana © 2018 WMS Publishing sas. Wyrd Edizioni è un TM 2018 WMS Publishing sas. Tutti i diritti riservati. Qualsiasi riproduzione anche parziale, se non autorizzata, è severamente vietata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *