fbpx

Cypher Chronicles #6: UNMASKED – IL PANICO SATANICO DEGLI ANNI 80 (Parte 1)

Unmasked è una delle cinque ambientazioni ufficiali per il Cypher System, Si tratta di un’ambientazione UNICA nel suo genere, che ci regala uno spaccato molto vivido della società americana degli anni ’80, e ci fa scoprire elementi che abbiamo dimenticato o dei quali non eravamo a conoscenza. Per noi che abbiamo vissuto quegli anni, Unmasked è un’ambientazione che consente di ridare loro nuova vita, esplorandoli in termini di gioco. Per chi era troppo piccolo o non era ancora nato, è un mondo completamente nuovo, assolutamente reale, da esplorare e scardinare che, forse, come effetto collaterale, vi permetterà anche di comprendere meglio coloro che erano giovani in quegli anni.

TEMI RICORRENTI NELLA SOCIETà AMERICANA

Nel corso della storia americana, a partire dalla caccia alle streghe, passando dalla mania religiosa, approdando al risveglismo, per arrivare al maccartismo e oltre, si tende a prendere come situazioni reali convinzioni di massa prive di supporto logico o prove, come se il fatto che la massa ci crede sia sufficiente e renderle reali. Quanta parte giochino il volume della massa, l’istruzione personale, il livello culturale globale, la storia, la situazione sociale, l’opportunità politica, sono materie affascinanti dibattute da esperti e storici.

I frutti di queste convinzioni irrazionali possono essere terribili e duraturi, poichè certi movimenti di massa generano azioni da parte del governo che le ritiene indicatori di progetto per la sua linea politica.

Fu questo il caso della convinzione che l’America fosse stata spartita fra gli adoratore del diavolo, come giornali e TV proclamavano gettando in pasto alla gente decine e decine di presunti adoratori e satanisti. Sappiamo oggi che, in generale, le affermazioni sull’abuso e sui rituali satanici si basavano su un’applicazione eccessiva della legge, su dichiarazioni prive di fondamento da parte di minori e, soprattutto, su interrogazioni coercitive e suggestive da parte di terapisti e pubblici ministeri. Alcuni imputati stanno ancora scontando l’ergastolo per reati che probabilmente non hanno commesso – e molto probabilmente non sono nemmeno accaduti.

Va notato che anche l’Italia non è immune da alcune analoghe situazioni: vi ricorda forse qualche recente serie di fatti di cronaca nei quali, chi era preposto alla tutela dei minori, avrebbe compiuto schifose sottrazioni di bambini a famiglie perfettamente sane abusando del suo potere a fini probabilmente economici?

Tornando all’America, gli anni ’80 non furono immuni da manie religiose di ogni genere negli USA – in una società sottoposta a drastici cambiamenti tecnologici e scientifici, di comunicazioni e di equilibrio politico, non c’è da sorprendersi. A tal proposito, le informazioni che riguardavano questi casi  giunsero in quegli anni in Italia un po’ sfumate, ma negli USA fu una vera e propria ondata di massa che ebbe gravi conseguenze. Parliamo del cosiddetto Panico Satanico.

In Unmasked, trovate quanto segue:

NOTA: Come sempre le terminologie impiegate potrebbero differire nella versione finale. 

MA COSA ACCADDE ESATTAMENTE IN USA?

Nel 2016 in USA torna alla ribalta il dibattito sul Panico Satanico. Fatti di cronaca casuali, solo apparentemente collegati, riaccendono la paura del demonio ma, insieme, portano gli Americani meno influenzabili e vari commentatori politici, a rendersi conto che alcune persone, condannate per gli eventi collegati all’isteria di massa negli anni ’80, sono ancora in carcere. Alla luce di questo, si riaprono i dibattiti e si getta nuova luce su quella che viene considerata oggi l’era più oscura della cultura americana moderna, quando demoni e sconosciuti che praticano riti occulti in cantina sembravano nascondersi nel cuore di ogni quartiere.

Gli anni ’70: Il coming out dei satanisti

LaVey e Jane Mansfield

Nel 1969 venne pubblicata la Bibbia Satanica, ad opera di un occultista poi divenuto famoso, lo studioso Anton LaVey. Si trattava di un trattato filosofico in primis, che riportava (alcuni dicono ‘plagiava’ tout court) diverse fonti e filosofie precedenti di auto-realizzazione e auto-potenziamento prelevate da scrittori come H.L. Mencken e Ayn Rand. Divenne il lavoro fondamentale del satanismo moderno e il testo chiave per la Chiesa di Satana, un gruppo che LaVey, ex organista, aveva ufficialmente fondato nel 1966. Ma non sarebbe stato così produttivo di eventi futuri, se non ci fosse stato il Caso Manson, e qualcos’altro.

Manson, consumatore di droghe e musicista mancato (respinto da varie case discografiche per, pare, scarsa originalità), alla fine degli anni ’60 indirizza il suo movimento in pratiche di setta e lo fa sfociare in una serie di omicidi di massa nell’estate del 1969, portando alla ribalta la pratica dell’uccisione rituale organizzata.

Ad accompagnare l’ascesa del satanismo come pratica riconosciuta interviene quindi una pubblicazione del 1971. Si tratta del best seller di William Peter Blatty, L’Esorcista, e del suo adattamento cinematografico del 1973. Con le sue affermazioni letterarie di essere basato su una storia vera, l’opera – specialmente il film – influenzò profondamente la psiche collettiva americana per quanto riguardava l’esistenza dei demoni e trasformò la popolare tavola Ouija da un gioco per le feste fra amici in un dispositivo maligno capace di indurre possessioni, infestazioni demoniache o altre attività paranormali.

Come detto, quelli erano gli anni del boom per televisione e cinema, che penetravano con sempre maggiore forza (grazie al potere delle immagini e di sceneggiature ‘ad effetto’) nelle menti dell’America rurale e operaia, e non dimentichiamo che gli USA erano stati la terra della caccia alle streghe. Dunque, tali suggestioni erano raccolte con facilità, e facilmente ritenute vere. Nel 1972 inoltre, fu diffuso anche il Satan Seller, un libro che venne pubblicizzato come una raccolta di memorie reali (alla fine screditato dopo 20 anni) dall’autoproclamato evangelista cristiano Mike Warnke. Il ‘Venditore di Satana’ raccontava un’infanzia e una giovinezza trascorse in un’intensa adorazione satanica, e il protagonista fittizio rivelava di essere divenuto un sommo sacerdote satanico impegnato, tra le altre cose, in orge sessuali rituali. (Vi ricorda un po’ Le terrificanti avventure di Sabrina [Chilling Adventures of Sabrina]? Fra l’altro molto adatto per una versione dark-horror di Unmasked!)

Per cavalcare l’onda commerciale, nello stesso anno il LaVey pubblicò anche Rituali Satanici, che rafforzò l’idea che i rituali occulti oscuri fossero diventati una parte normale della vita di molti americani. In quegli anni ’70 altri ex satanisti autoproclamati insistevano sul fatto che il mondo fosse gestito da rituali satanici, fra loro John Todd, Hershel Smith e David Hanson e lo stesso Warnke. Si noti che erano tutti cresciuti nella California del sud e tutti sostenevano di aver poi avuto esperienze di conversione che rendevano le loro storie attraenti per i cristiani. Inoltre, gli storici sottolineano anche come tutti loro fossero collegati alla destra cristiana fondamentalista emergente. Todd venne supportato dal produttore di trattati cristiani Jack Chick, che usò le sue affermazioni per numerosi opuscoli in stile fumetto che sostenevano l’esistenza e il pericolo del satanismo. Warnke attraversò gli anni ’80 in programmi e interviste come “esperto” nel satanismo per la comunità cristiana evangelica fondamentalista, tramandando gran parte della sua infanzia inventata come modello per il funzionamento del “vero” satanismo. E, dal punto di vista della cronaca poliziesca, il crescente fascino per l’occulto coincise anche con l’ascesa di una serie di casi di uccisione seriale estremamente ben pubblicizzati (tutti avvenuti negli anni ’70) dei quali avrete recentemente visto le trasposizioni cinematografiche: lo Zodiac Killer e l’Alphabet Killer, che usavano simboli ritualistici e che non sono, ad oggi, stati catturati. Come ugualmente rilevanti ai fini dell’insorgere del sentimento di terrore diffuso, ricordiamo anche Ted Bundy, John Wayne Gacy, gli Strangolatori di Hillside e David Berkowitz, (pseudonimo Il Figlio di Sam), che generarono panico di massa nella New York del 1977, tutti ben pubblicizzati e, vari fra loro, in costante comunicazione con le forze di polizia e la stampa, alle quali inviavano lettere fra un omicidio e l’altro.

NOTA: Una nota piuttosto inquietante è che Bundy fuggì di prigione e ricominciò subito ad uccidere, mentre John Wayne Gacy, si scoprì, per uccidere si nascondeva sotto le vesti di clown e si esibiva alle feste per bambini. (Vi ricorda le opere di un famoso scrittore? Un’IP miliardaria? Giusto).

Gli anni ’80: La paura dei vicini e degli estranei

Sebbene fosse un periodo di crescita economica e prosperità finanziaria, l’era di Reagan fu anche un periodo di disagio incentrato sulla crescita della popolazione, l’urbanizzazione e l’ascesa del modello familiare a doppio reddito, che rese necessario un forte aumento dei servizi di assistenza all’infanzia. Di conseguenza, l’ansia di proteggere la famiglia nucleare dai pericoli sconosciuti di questa nuova era fu alta: gli anni ’80 videro l’ascesa delle paure dell’AIDS, videro i volti dei bambini scomparsi stampati sui cartoni del latte, il panico di massa per gli omicidi del Tylenol del 1982, l’esecuzione di Candy Man, ovvero il killer solitario delle caramelle di Halloween Ronald Clark O’Brien, avvenuta nel 1984, e la prima ondata di notizie di clown spaventosi assassini che prendevano di mira i bambini.

Ognuno di questi eventi fece crescere l’allarme degli Americani per il “pericolo degli sconosciuti” e la paura che potessero nascondersi anche fra i loro vicini. In tutto questo, il fondamentalismo cristiano e l’ascesa di un filone letterario che descriveva come reali angeli e diavoli furono di supporto. I predicatori fondamentalisti come Jerry Falwell e la sua maggioranza morale, fondata nel 1979, acquisirono importanza (e donazioni) in tutto il paese, abbinati a crociati anti-occultisti come Pat Pulling, che credeva che suo figlio si fosse suicidato a causa di una maledizione gettatagli dal maligno Dungeons and Dragons e che sostenne una cieca crociata contro i giochi di ruolo come pericolosi e demoniaci, supportata dal sostegno alla paura fornito da Chick.

Anche i media ebbero un ruolo enorme nell’alimentare la paura del pubblico e le idee sbagliate intorno alle pratiche occulte. Nel 1988, il documentario di Geraldo Rivera Devil Worship: Exposing Satan’s Underground divenne il documentario televisivo più trasmesso fino a quel momento, seguito da vicino da documentari evangelici come Hell’s Bells che tentarono di collegare la musica rock all’occulto, mentre la “fantasia cristiana”, come quella dell’autore di best seller Frank Peretti, trasformava la politica sociale del mondo reale in una guerra fra angeli e demoni.

Perciò, quando nel 1980, Michelle Remembers divenne un bestseller scandalo non fu una sorpresa. Il libro-caso studio raccontava presunti dettagli di un’infanzia trascorsa a subire una vasta gamma di sconvolgenti abusi sessuali a tema occulto. I suoi coautori erano il controverso psicologo Lawrence Pazder e sua moglie Michelle Smith, che lui aveva sposato ma che era la sua ex paziente (!) protagonista del caso. Pazder sosteneva di aver fatto regredire la donna nell’infanzia, attraverso l’ipnosi. Lo psichiatra, si valutò, aveva presumibilmente aiutato la Smith a scoprire ricordi di precedenti abusi da parte dei membri della Chiesa di Satana, una chiesa che Pazder collocava come di secoli precedente al gruppo di LaVey (probabilmente per evitare denunce dal gruppo in questione). Ogni elemento descritto nel libro fu accuratamente smentito, fin da subito, ma non servì: Pazder veniva invitato ovunque come esperto nel campo dell’abuso rituale satanico. Ma ci fu una cosa ancor più grave: il libro divenne negli anni ’80 e nei primi anni ’90 un libro di riferimento ufficiale per professionisti legali e altre autorità.

Michelle Remembers ebbe, per quanto gli studiosi valutano ora, un impatto diretto sulla nazione per oltre un decennio. Le sue fantasie di abusi a tema occulto scatenarono un’ondata di accuse altamente esibizionistiche e drammatiche, e altrettanto infondate, sugli abusi rituali satanici negli anni ’80, coinvolgendo, nella percezione popolare, tutti i titolari di asili nido, in tutto il paese, che certamente stavano compiendo atti rituali demoniaci sui bambini. Questa paura avrebbe devastato le comunità e avrebbe rovinato molte vite prima di placarsi, con due dei più famosi processi penali nella storia degli Stati Uniti.

Nella prossima puntata vedremo brevemente alcuni di questi processi, e, se avremo lo spazio, forniremo alcuni elementi di Unmasked che vi permetteranno di includere il soprannaturale nelle vostre storie.

© 2020 Monte Cook Games, LLC. Cypher System, Gods of the Fall, Predation, Unmasked, ed il loro loghi sono trademarks di Monte Cook Games, LLC. Tutti i personaggi di Monte Cook Games e relativi nomi, storie, tratti distintivi e caratteristiche, sono trademarks di Monte Cook Games, LLC. Edizione italiana © 2020 WMS Publishing sas. Wyrd Edizioni è un TM 2020 WMS Publishing sas. Tutti i diritti riservati. Qualsiasi riproduzione o traduzione anche parziale, se non autorizzata, è severamente vietata.

Lascia un commento