Conan Chronicles #3: IL 2D20

vai alla campagna

Nel panorama contemporaneo dei giochi di ruolo, sono svariate le case editrici che creano un proprio sistema di gioco o modificano un regolamento e lo rendono specifico di una o più linee di prodotti. Anche Modiphius ha seguito questa linea: a partire da Mutant Chronicles RPG ha infatti rimaneggiato e aggiornato i giochi che aveva basato sui vecchi sistemi (come Achtung! Cthulhu) portandoli al suo sistema, il 2d20. Conan di Robert E. Howard: Avventure in un’era al di là di ogni immaginazione si avvale proprio di questo sistema.

Vediamo il sistema, per darvi un’idea generale di come funziona. Se desiderate leggere i due precedenti approfondimenti su Conan, andate al Tag #Chronicles. La presentazione di Robert E. Howard, comincia nel primo numero di #ConanChronicles.

NOTA: Le terminologie impiegate potrebbero differire nella versione finale. 

Cos’è il 2d20

Essenzialmente, il 2d20 funziona in questo modo (si tratta di uno schema rapido, per darvi un’idea del sistema):

  • Si tirano sempre almeno 2d20.
  • Il numero dei dadi da tirare può salire fino di altri tre d20 per i modificatori di situazione, come per esempio nel caso si usi l’aiuto di altri giocatori, fino ad un limite di 5d20.
  • Il tiro viene confrontato con un Attributo (che di solito cade in un intervallo di 8-15) e una capacità (di solito nell’intervallo di 1-5), potenzialmente generando 0, 1 o 2 successi per ciascun tiro di d20.

Ad esempio se avete un Attributo di 12 e una Capacità di 3, e tirate 2d20 dai quali ottenete un 12 e un 2, è come se aveste tre successi. (Se il numero di successi è uguale alla difficoltà del compito, avete un successo, e per ogni successo extra guadagnate un punto di impeto. Potete quindi spendere impeto per ottenere situazioni d’effetto in gioco).

  • Il danno dell’arma viene gestito tirando dei d6.
  • Un tiro di danno di 1 o 2 infligge un danno pari al tiro, un tiro di 3 o 4 non ha effetto, ma i tiri di 5 e 6 innescano gli effetti speciali in base al tipo di arma (ad esempio ignorano l’armatura, o infliggono danno extra).

In pratica, che stiate hackerando un computer, pilotando una nave stellare fra un campo di asteroidi, o andiate all’avventura nell’era Hyboriana, il 2d20 riesce a gestire queste diverse situazioni. Il sistema è pensato per avere una certa misura di “flessibilità” in modo da piegarsi ai vincoli di un particolare ambiente o genere senza spezzarsi. Le basi sono sempre le stesse: tirate 2d20 e provate a ottenere o a restare sotto alla capacità richiesta combinata con l’attributo.

Ci saranno alcune azioni difficili che richiederanno che otteniate più successi del numero di dadi che potete tirare, e quindi, anche se i successi critici vi danno più successi, magari vi servono almeno 5 successi per poter attuare una mossa decisamente d’effetto ed efficace che magari richiede tre turni di pianificazione. Ed è qui che il sistema dell’impeto entra in gioco.

Così come abbiamo già sottolineato per altri sistemi, come per esempio per il Cypher System, occorre che però il sistema sia abbastanza flessibile da poter gestire ogni ambientazione alla quale viene collegato. Il 2d20 è fatto quindi in modo da catturare la sensazione del gioco, e per Conan uno di questi elementi da gestire in modo specifico è la magia. (E infatti in Conan c’è un sistema aggiuntivo che gestisce specificamente la magia).

Impeto, Fatalità, Dramma

Come detto, il sistema prevede, di base, l’uso di 2d20. Ma cosa succede se non ho ottenuto alcun successo con solo quei due dadi? Cosa succede se ho bisogno di tre successi per portare a compimento l’azione in questione? Occorre acquisire più dadi.

Questo è un sistema al quale i nostri giocatori di Coriolis sono avvezzi anche se Conan presenta alcune differenze interessanti. In Conan i personaggi ricevono e costruiscono continuamente una riserva di impeto. Questi punti di impeto permettono ai giocatori di aumentare il numero di dadi e il danno, e talvolta di ottenere effetti ancora più interessanti. Il guaritore deve assolutamente avere successo con il suo tiro per salvare la vita di un altro PG? Spende un po’ di impeto e prende altri tre dadi. State esaurendo impeto? Reintegrate passo a passo la vostra riserva superando compiti più facili così i successi in più vi danno quei dadi in più da tirare. Questa meccanica non solo fornisce un aiuto necessario ai personaggi ma li dota potenzialmente di capacità fantastiche, in termini di potenziali successi che i personaggi potranno realizzare con una riserva più estesa. In questi termini, quindi, i giocatori potranno lavorare come squadra, valutando tutta la disponibilità dei dadi, e decidere se combattere o darsela a gambe. I dadi in più si accumulano in molti modi: magari per attività semplici come prepararsi per un combattimento, prendersi cura delle proprie armi o anche solo piazzando delle trappole, ognuna delle quali può potenzialmente aggiungere impeto alla riserva prima di una scena madre in cui l’eroismo è una necessità per la sopravvivenza. Una meccanica che rende davvero vivo il sistema.

Il risvolto della medaglia, per il GM, è che in Conan i personaggi sono degli eroi a tutti gli effetti. Se sono fortunati e ben organizzati, i gruppi di oltre 4 giocatori potrebbero avere la meglio su molti nemici e arrivare alla gola dell’antagonista principale in breve tempo. Ma il GM può tranquillamente aumentare il numero di ‘pesci piccoli’ e gestirli in gruppo, per evitare un lavoro maggiore, e questo riequilibra il rischio.

Per questo si usa la Fatalità, concettualmente una sorta di Intromissione del GM in stile Cypher System, o di Punti Tenebra di Coriolis. La Fatalità aggiunge rinforzi agli antagonisti. Dato che i personaggi non sono gente comune qui, analogamente al genere di protagonisti delle storie originali di Conan, le cose si mantengono interessanti con essa. La Fatalità magari fa collassare un muro, separando i PG dai loro alleati, che non possono più aiutarli.

Conan 2d20 utilizza anche Paura e Orrore, sotto forma di Dramma. Forse un giocatore taglia la testa di un nemico e la mostra in battaglia per mostrarla ai nemici rimanenti, il che potrebbe farli fuggire o bloccarsi in stato di shock. I nemici possono fare lo stesso (un altro modo di spendere Fatalità!) con i giocatori. Piuttosto che troll, orchi, draghi, i giocatori di Conan hanno a che fare con forze oscure e spaventose. E queste meccaniche lo rendono possibile.

Naturalmente gli effetti si basano su quanti dadi si riescono ad aggiungere nella propria riserva. E se finiscono nel pieno dell’azione, ci sono altre possibilità per aggiungere dadi anche durante il combattimento, come per esempio l’intensità (una meccanica che permette ai giocatori di dare dadi al GM), ma nello specifico potrete sperimentare queste meccaniche mettendole alla prova direttamente in gioco. Ci sarà la possibilità di giocare a Conan in vari eventi e anche in alcuni negozi selezionati. Seguite il nostro sito per tutti gli aggiornamenti.

Le meccaniche creano e mantengono la tensione drammatica durante l’esperienza di gioco. Se i giocatori credono di essere sufficientemente dotati di impeto, magari in combattimento cominciano a dissanguarsi di dadi, perché non decidono di agire in modo risolutivo, e i conflitti diventano emozionanti e intensi, tagliando i momenti di pausa, tenendo i giocatori concentrati sull’azione e sulla pianificazione delle loro mosse.

Parlavamo della magia: La magia è potente ed è una cosa diversa dalla tipica magia di molti dei sistemi ai quali probabilmente siete abituati. È misteriosa, spaventosa e da evitare, ma è molto potente una volta appresa. Un concetto che probabilmente avrete già visto in azione in Trudvang Chronicles. Però in Conan, la magia può (e molto probabilmente lo farà) portare alla morte o alla distruzione dello stregone stesso. Di nuovo, se vi piacciono le storie di Conan, il gioco riesce perfettamente a farle funzionare in un sistema giocabile.

Attenzione: In Conan di Robert E. Howard: Avventure in un’era al di là di ogni immaginazione NON interpreterete Conan, sarebbe una sciocchezza (quanti Cimmeri dovrebbero esistere in Hyboria?) Invece, come si legge in tutti i racconti e i romanzi di Conan, sarete degli esponenti di questo mondo, che diventano protagonisti perché sono decisamente speciali: eroici, coraggiosi, grandi.

© 2019 Conan Properties International LLC (“CPI”). CONAN, CONAN THE BARBARIAN, HYBORIA and related logos, characters, names, and distinctive likenesses thereof are trademarks or registered trademarks of CPI). All rights reserved. ROBERT E. HOWARD and related logos, characters, names, and distinctive likenesses thereof are trademarks or registered trademarks of Robert E. Howard Properties LLC. All rights reserved.

Lascia un commento