DEGENESIS CHRONICLES #3

Questa settimana vogliamo proporvi la prima parte di una bella avventura introduttiva, originale, scritta da Alberto Toro proprio per aiutare i GM che desiderano iniziare il loro gruppo al fascino di Degenesis: Rebirth. L’avventura verrà divisa in tre parti, la prossima parte la troverete sulle #Chronicles 4.

Ogni riferimento è incluso nei manuali base, per il momento in inglese, e qualcosa viene anche dai manuali sbloccati durante la campagna italiana, ma avete tutte le info base per iniziare già incluse in questa avventura.

La versione italiana di Degenesis Rebirth, che è stata presentata in kickstarter, ha visto la partecipazione di centinaia di backer che hanno avuto il potere di renderla possibile. Verrà rilasciato quindi il set base, orientativamente a Dicembre, e poi, via via, i restanti manuali e accessori sbloccati nella campagna.

LA CAMPAGNA DI DEGENESIS: REBIRTH ITA

KICKSTARTER

Se non siete i GM, saltate direttamente al FOCUS ON

OPERAZIONE CASTIGO – Parte 1

Introduzione

Questo modulo d’avventura dimostrativo è pensato per una compagnia di 4 giocatori neofiti che impersoneranno una squadra di membri del culto spitaliano coinvolti nell’operazione “Castigo”. La durata della partita è di circa 2 ore, compresa la spiegazione delle basi dell’ambientazione e del regolamento di Degenesis.  

Franka, la terra dello Sciame

Franka è la prima regione d’Europa in cui il dominio dell’Homo Degenesis supera di gran lunga quello dell’uomo. Qui, dalle loro Ziggurat di argilla, costruite da uno stuolo di instancabili servi, le Regine Pheromancer dominano incontrastate.

La maggior parte della popolazione umana è sotto il giogo mentale del Primer, illusa di vivere una vita perfetta ed armonica, ignara di non avere più volontà propria. I Pheromancer, signori della terza piaga, vedono la razza umana come un organismo di corpi in comunicazione, sui quali estendere l’influenza della propria mente alveare attraverso i feromoni contenuti nella spora locale, trasportati dal vento o dagli infiniti sciami di api, termiti e formiche la cui volontà viene sopraffatta da quella degli Homo Degenesis.

Come se non bastasse, alcuni uomini si pongono al servizio di queste aberrazioni di propria volontà. Alla promessa di un facile profitto, interi stormi di Apocalittici vengono “marchiati” dai loro signori per fare in modo che lo sciame li consideri alleati e gli viene concesso di mietere cuspidi di unity matura dai fiorenti campi di spora onnipresenti sul territorio.

Il piano finale dei Pheromancer è ancora un mistero, ma con la comparsa di nuove Ziggurat esso prende sempre più forma. Un mandala di proporzioni titaniche viene lentamente tracciato in tutta la regione; ciò che succederà quando esso sarà completo non si può neanche immaginare.

In alcune province di Franka, tuttavia la civiltà resiste. Lungo i confini del protettorato, nella fredda Briton o nel pescoso Bacino del Rodano, il Primer non è ancora riuscito ad estendere i suoi tentacoli. Una flebile alleanza trai culti riesce a creare un cuscinetto tra i servi dei Pheromancer e la popolazione locale. Si tratta perlopiù di Anabattisti, Spitaliani e membri della Resistenza.

Il Clan della Resistenza è il più numeroso ed esteso di Franka. Combatte per ricostruire l’identità nazionale francese, preservando sia il territorio che l’antica cultura dei Bygone, le quali vestigia emergono quotidianamente dalle fangose paludi. Al grido di battaglia “Risoluti e Uniti” i membri della resistenza difendono ciò che resta del sud e dell’est di Franka, reclutano e addestrano nuovi soldati, collaborano e commerciano con gli spitaliani e gettano le basi per la nazione che verrà.

Prologo

Lo Stormo del vento solare è da tempo asservito alla regina Pheromancer Machiawen. Grazie al contrabbando di burn dei suoi sudditi apocalittici la regina può diffondere i suoi feromoni su tutto il bacino del Rodano. Gli spitaliani di stanza nella regione hanno avuto numerosi problemi con lo Stormo ed ora la segretezza di alcune operazioni nell’area è minacciata dalla massiccia presenta di apocalittici. Il rischio è alto, se i piani dello Spital dovessero venire a galla e giungere alle orecchie di Machiawen, anni di fatiche e sacrifici sarebbero resi vani. Nonostante uscire allo scoperto sia pericoloso, è arrivato il momento della rappresaglia. Dallo Spital e da Arnsberg sono stati richiesti alcuni specialisti per occuparsi della faccenda e per porre un freno al traffico di burn nella regione. Ha inizio l’operazione “Castigo”.

Riassunto dell’avventura

In questa avventura i personaggi faranno parte di quella branca di specialisti selezionati per le indagini preliminari dell’Operazione Castigo. Il loro compito è cercare, scoprire e riferire. Per questo motivo la squadra è composta principalmente da personale scientifico, scortato da un plotone di famulancer proveniente dal fronte nord occidentale di Franka.

I personaggi arriveranno alla Confluenza Nistrelle attraverso il Sentiero del Cacciatore e si imbarcheranno verso nord per l’inizio delle operazioni. Durante il viaggio a bordo delle chiatte scrapper utilizzate dagli spitaliani per risalire il fiume, verranno colpiti da un fenomeno atmosferico insolito che causerà il naufragio dell’imbarcazione e la separazione dei personaggi dal resto della spedizione. Soli in terra nemica, i personaggi lotteranno per ritrovare la via di casa, ma nel farlo si imbatteranno nello scopo della loro missione, ovvero lo Stormo, intento all’estrazione della preziosa unity, ha catturato alcuni famulancer della spedizione. I giocatori potranno indagare, attaccare, catturare ed approfondire le loro conoscenze, ma ogni loro azione avverrà sotto il vigile sguardo dello sciame di Franka, ed ogni fonte di disturbo potrebbe causare ad una reazione violenta dei droni, o di qualcosa di persino peggiore.

Glossario

Per meglio ambientarvi in questa che molto probabilmente sarà una delle vostre prime avventure di Degenesis, ecco un piccolo glossario dei termini che trovate nell’avventura e che potrebbero presentare delle difficoltà. Per ognuna delle sezioni nelle quali divideremo Operazione Castigo, troverete lo specifico glossario per quella sezione, laddove possibile con rimandi ai manuali di riferimento in caso intendiate approfondire e far diventare Degenesis il vostro gioco di molte e molte serate.

Man mano che ci approssimeremo alla data di rilascio del set in italiano aggiorneremo i termini che trovate ancora in inglese.

Apocalittici: Culto edonista dedito alla maggior parte dei traffici criminali nel mondo. Vivono ogni giorno come se fosse l’ultimo. (Primal Punk pagg. 281-293)

Arnsberg: Città vicino allo Spital. Ospita il ramo militare del culto spitaliano (Primal Punk pag. 48)

Burn: La spora raffinata utilizzata a scopo ricreativo o come potenziatore fisico e mentale. (Katharsys pagg. 186-188)

Chiatte scrapper: Imbarcazioni di recupero che il culto Scrapper tiene in funzione per traghettare uomini e merci lungo il bacino del Rodano.

Confluenza Nistrelle: un dedalo di affluenti del fiume Rodano intervallato da isolotti nei quali è facile trovare riparo o nascondersi dalle orde dello Sciame Pheromancer. (The Killing Game pag. 23)

Epigenetisti: Membri del culto spitaliano che studiano la genetica e le modifiche del DNA causate dal Primer. (Primal Punk pag. 150, Katharsys pag. 41)

Famulancer: Terzo rango del culto spitaliano. I Famulancer compongono il grosso delle legioni spitaliane nei principali teatri di battaglia contro la spora ( Primal Punk pag. 150, Katharsys pag. 41)

Machiawen: Una delle più potenti regine Pheromancer di Franka. I suoi servitori sono innumerevoli ed i suoi piani sconosciuti (The Killing Game pag. 25, Katharsys pag. 299)

Pheromancer: Homo Degenesis tipico della regione di Franka, utilizza i feromoni contenuti nelle sue spore per dominare mentalmente gli uomini (Katharsys pagg. 295-299)

Preservisti: Ufficiale militare del culto spialiano. Coloro che nel culto dedicano la propria vita alla lotta contro gli Homo Degenesis più che alla ricerca e alla medicina. (Primal Punk pag. 151, Katharsys pag. 42)

Spital: Il quartier generale del culto spitaliano, nel cuore di Borca. È una vera e propria città ospedale, il quale corpo centrale è circondato da numerose appendici dedite a diversi campi della medicina e della genetica. (Primal Punk pagg. 48, 147-148)

Spitaliani: Culto di medici soldati che si erge ad ultimo baluardo dell’umanità contro la spora.

Stormo del vento solare: Banda di trafficanti di spora facenti parte culto apocalittico. Sono al servizio della Regina Pheromancer Mechiawen (Katharsys pagg. 192, The Killing Game pag. 25)

Unity: La Burn tipica di Franka. Consente di entrare in comunione mentale con tutti gli altri contaminati nei paraggi. (Katharsys pag. 189)

FOCUS ON: GERARCHIE E RANGHI 

Come ogni organizzazione sociale, anche i Culti prevedono al loro interno una suddivisione ben precisa di ruoli e competenze. Questo aspetto viene tradotto, in termini di regolamento, con una struttura gerarchica ramificata che identifica diversi Ranghi, ognuno dei quali definisce le competenze associate (con l’attribuzione anche di eventuali abilità particolari, vantaggi o bonus di Background), l’equipaggiamento a cui si può avere accesso, ma evidentemente anche i prerequisiti necessari per poter ricoprire quello specifico ruolo.

È importante sottolineare che sarebbe sbagliato semplificare questo sistema accomunandolo a un normale passaggio di livello (aspetto non presente in Degenesis) dove, generalizzando, in linea di massima un personaggio di alto livello è tendenzialmente più forte di un personaggio di livello più basso. Nel caso di Degenesis l’avanzamento di Rango non implica necessariamente l’essere più forti, ma bensì l’attenzione si focalizza sul ruolo che il personaggio riveste all’interno della società, nelle relazioni con gli altri e solo indirettamente può anche essere un indice di forza (se consideriamo che l’importanza di essere agli alti vertici di una struttura sociale sia un elemento di forza).

Può essere una differenza all’apparenza sottile, ma è un cambio di percezione che è bene non dimenticare, ed è per questo che gli stessi autori consigliano di non considerare i prerequisiti come barriere rigide e inderogabili. Se l’accento è posto sul ruolo del personaggio e quindi alla storia, ha senso poter accettare delle eccezioni (e che restino tali) al superamento dei prerequisiti, a patto che questo renda ancora più interessante la storia del personaggio e dia quindi valore aggiunto alle future sessioni di gioco.

Ad esempio se, a seguito di un sanguinario attacco, uno stormo di Apocalittici perde il proprio Raven, è possibile che sia necessario dover scegliere il nuovo leader anche se nessuno dei membri rimasti ne ha i prerequisiti, e il prescelto potrebbe essere proprio uno dei personaggi. D’ora in avanti quest’ultimo dovrà però fare i conti con eventuali oppositori, che non perderanno occasione per far notare la sua inadeguatezza, e probabilmente per rafforzare la sua posizione dovrà stringere alleanze pericolose e via dicendo. Ecco che quindi il ruolo, e la storia sono gli elementi fondamentali che fanno la differenza.”

Come sempre, nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, scopriremo insieme altri elementi di Degenesis.
Nella prossima delle Chronicles dedicata a Degenesis trovate la seconda parte dell’avventura. 

Restate con noi e sentitevi liberi di condividere questi articoli indicando fonte e credits!

© 2019 SIXMOREVODKA. Degenesis e il suo logo sono trademarks di SIXMOREVODKA. Tutti i personaggi di Degenesis e relativi nomi, storie, tratti distintivi e caratteristiche, sono trademarks di SIXMOREVODKA. Edizione italiana © 2019 WMS Publishing sas. Wyrd Edizioni è un TM 2019 WMS Publishing sas. Tutti i diritti riservati. Qualsiasi riproduzione o traduzione anche parziale, se non autorizzata, è severamente vietata.

 

Lascia un commento