Shadow of the Demon Lord nuova uscita: Fino all’Ultimo Grido in e-book!

Da qualche giorno è disponibile all’acquisto l’e-book di un’altra avventura per Shadow of the Demon Lord, Fino all’Ultimo Grido. Si tratta di un’avventura molto particolare, che abbiamo voluto fortemente portare ai giocatori italiani per svariati motivi. Proviamo a raccontarveli.

La tematica dell’avventura è molto forte. Non possiamo svelare troppo per non rovinare l’esperienza ai giocatori, ma possiamo dire che il tema di fondo èl’amore. Si tratta di un amore doloroso, avvelenato in un modo così sottile e comune, che probabilmente spesso è difficile da cogliere. 

Quando nelle cronache recenti si parla di donne maltrattate, ferite, umiliate, noi ricordiamo sempre a noi stessi che non sono solo le donne a subire questa condizione. Ci sono situazioni familiari di ogni genere, che implicano anche minori, genitori, fratelli e sorelle, e ricordiamo che queste situazioni, proprio perchè così intime e perciò considerate ‘private’, non sono mai risalite alla superficie della cronaca se non quando sono sfociate in fatti di sangue. Ma c’è del vero veleno annidato nel fondo delle relazioni inacidite e distruttive e questo veleno, che potrebbe essere estratto ed eliminato se riconosciuto, comincia invece lentamente ad attaccare gli organi vitali, distruggendo ogni cosa.

Ma noi siamo giocatori di ruolo, e il pregio di un gdr è proprio la possibilità di immedesimarsi, senza un rischio reale, e provare sulla propria pelle, che siate vittime o carnefici, quel che significa trovarsi in una simile condizione e, almeno in gioco, avere la possibilità di cambiare le cose. 

Ci piace ricordare un evento, di molti anni fa, nell’occasione del terremoto in Abruzzo che rase al suolo l’Aquila. I nostri gruppi di gioco contavano decine di ragazzi. Appena accaduto (molti di loro avevano perduto amici universitari, parenti), noi avevamo pensato di sospendere le sessioni. Si stava giocando un’avventura nella quale un villaggio abbandonato e in rovina alla sommità di un altipiano crollava sui PG che rischiavano di morire schiacciati e sepolti. Ma i ragazzi ci pregarono di farli giocare. Lo facemmo.

Quando la sessione finì, portarono altri amici perchè giocassero anche loro. Ci ringraziarono, alcuni non trattenevano la commozione. Ci rendemmo conto che buttarsi in un’esperienza così simile a quella che avevano provato nella realtà era diventato per loro una liberazione: in gioco loro erano riusciti a uscirne, avevano potuto avere la meglio, con le proprie forze, contro la natura che nella realtà era stata così incomprensibile e insostenibile. E avevano vinto. 

Questo è il valore del gdr, e la sua efficacia: fate provare ai vostri giocatori l’esperienza di Noxa. La giovane donna, vestita nel suo abitino bianco che coinvolge i PG nella sua storia, con voce gentile e triste. Fate capire ai giocatori quanta solitudine, quanta tristezza si può cogliere chiaramente nelle situazioni che paiono più normali, se solo si sa dove guardare e che segni cogliere. Se voi amaste qualcuno, riuscireste a vederne le incrinature? O sareste accecati dall’immagine che avete di lui (o di lei) e rimarreste intrappolati in una situazione che forse, se riconosciuta in tempo, avrebbe potuto essere controllata e risolta? E, se nella realtà non avete avuto gli strumenti per farlo, adesso, giocando, come affronterete la situazione?

Avventura Scatola Base   Schede  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *